Il tracciato dell'ippovia

L'ippovia del fiume Po

CONSIGLI UTILI:

Stagione

Molti dei percorsi prevedono guadi e passaggi di torrenti. E’ possibile percorrere questi passaggi solo nella stagione secca. Consigliato da giugno a settembre. Evitare questi passaggi in occasione di abbondanti precipitazioni.

Passaggi in golena

Molti tratti percorrono la golena del fiume Po. La golena è l’area compresa tra l’argine e la riva del fiume. Le aree di golena sono generalmente proprietà private, soggette a variazioni annuali della loro conformazione per fenomeni di erosione, allagamento, modificazioni agricole principalmente inerenti le colture a pioppeto. Verificare questi tratti prima di mettersi in viaggio non prima delle due settimane precedenti la partenza. Si consiglia inoltre di chiedere il permesso di passaggio ai proprietari dei rispettivi terreni.

Passaggi su argini

Il passaggio sulla sommità arginale per i percorsi che lo prevedono, sono talvolta soggetti a limitazioni in base ai regolamenti comunali, con cambiamenti frequenti. Alcuni tratti ad esempio sono accessibili sono a pedoni e ciclisti durante il fine settimana. Per tutti i tratti non aperti ai mezzi motorizzati è necessario chiedere specifica autorizzazione per la loro percorrenza alla Agenzia Interregionale per il fiume Po - Via Garibaldi 75 - 43100 PARMA - Tel. 0521/7971 - http://www.agenziapo.it.

Mezzo di appoggio ed assistenza a terra

Si raccomanda di essere accompagnati da un mezzo di appoggio (trailer, van) in grado di trasportare un cavallo eventualmente infortunato e che possa trasportare fieno, acqua, mangime per le zone in cui questi non sono altrimenti reperibili. Si raccomanda inoltre di essere provvisti di assistenti a terra, che possano preparare i in anticipo i campi di alloggio temporaneo per i cavalli dove questi sono necessari, nonché fornire diversi tipi di assistenza ai cavalieri, specialmente per le tratte uguali o superiori alle otto ore.

Presenza di Accompagnatori e Guide

E’ vivamente raccomandato affidare la gestione tecnica di ogni percorso a tecnici della Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec - Ante in possesso almeno del brevetto di Accompagnatore di Turismo Equestre o di Guida. La presenza di un tecnico Fitetrec-Ante qualificato garantisce il corretto svolgimento della passeggiata, organizzando direttamente le forniture, i passaggi, i supporti a terra e motorizzati. Tutti i centri ippici e i tecnici reperibili sul territorio sono individuabili attraverso il sito http://www.fitetrec-ante.it

Crediti

Si ringraziano gli Acompagnatori e le Guide Fitetrec-Ante Giovanni Arrigone, Giovanni Sellato, Mirco Castellani, Gilberto Benedetti, Fulgenzio Marabese. Raccolta e revisione dati a cura di Emilio Alfredo Lodigiani.

Leggi tutto

La Ciclovia del Po

Le suggestioni di un percorso che sembra sospeso nel tempo: il silenzio del fiume sovrasta ogni cosa, infiniti filari di pioppi e il volo degli aironi accompagnano il cicloturista lungo gli argini,

Leggi tutto

La Via Francigena in bici

Quattro giorni in sella alla bicicletta per scoprire l'itinerario lombardo della Via Francigena. 160 km da Palestro a Piacenza, attraversando per intero il territorio Pavese e il basso Lodigiano.

Il percorso ciclabile si intreccia e a volte ricalca il tracciato pedonale della Via Francigena di Sigerico, offrendo numerose possibilità di crearsi a piacere itinerari ad anello.

Il percorso ciclabile della Via Francigena in bici è una iniziativa della Provincia di Pavia - Assessorato al Turismo e Attività Termali.

Leggi tutto